Prestazioni

Filtra per
  • Regime

Filtra per
45 risultati

Angio RM vasi del collo

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Angio RM vasi del collo

L’angio-risonanza magnetica (angio-RM) dei vasi del collo è una metodica non invasiva che consente di studiare i vasi sanguigni del distretto carotideo-vertebrale. Questo esame può essere eseguito senza e con mezzo di contrasto.  

A cosa serve

L’angio-RM è un esame utile a identificare e definire un’alterazione vascolare dovuta a stenosi, occlusione, aneurisma o a malformazione.  

Come si svolge

Lo svolgimento del’’angio-RM è analogo a quello di una risonanza magnetica. Il paziente è sdraiato su un lettino il quale si sposterà verso il campo magnetico. Se necessario verrà prima iniettato un mezzo di contrasto L’esame può durare dai 20 a 45 minuti.
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi

Angio TAC dei tronchi sovraortici e del circolo intracranico (TSA)

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Angio TAC dei tronchi sovraortici e del circolo intracranico (TSA)

L’Angio-TAC dei tronchi sovraortici (TSA) e del circolo intracranico è un esame che consiste nell’esecuzione di una TAC durante la quale si somministra un agente di contrasto per via endovenosa.  

A cosa serve

L’Angio-TAC dei tronchi sovraortici e del circolo intracranico (TSA) è un esame che ha come obiettivo quello di diagnosticare eventuali anomalie delle arterie del collo e dell’encefalo. Queste anomalie possono essere: stenosi e occlusioni, dissezioni arteriose, malformazioni artero-venose (MAV) e fistole durali (FAVD), aneurismi e pseudoaneurismi, trombosi.  

Come si svolge

Prima di posizionare il paziente sul lettino della TAC, viene posizionato un accesso venoso periferico per iniettare l’agente di contrasto iodato. L’esame dura pochi minuti.  

Norme di preparazione

È necessario eseguire un dosaggio della funzionalità renale. Bisognerà osservare il digiuno prima dell’esecuzione dell’esame.
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi

Artroscopia

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Artroscopia

L’artroscopia è una procedura chirurgica che consente di Intervenire all'interno delle articolazioni minimizzando il trauma chirurgico.

A cosa serve

Grazie alla chirurgia artroscopica i chirurghi hanno la possibilità di ispezionare e visionare direttamente l'interno delle articolazioni mediante l'uso di particolari strumenti (gli artroscopi), amplificando le capacità diagnostiche e l’accuratezza.
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi

Chirurgia correttiva dell’anca (a cielo aperto)

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Chirurgia correttiva dell’anca (a cielo aperto)

La chirurgia correttiva dell'anca (a cielo aperto) è un intervento conservativo che viene eseguito quando i difetti dell'articolazione coxofemorale sono particolarmente gravi o non possono essere trattati in artroscopia.  

A cosa serve

La chirurgica correttiva dell’anca (a cielo aperto) è una tecnica alternativa all'artroscopia che prevede un accesso chirurgico più ampio. È una tecnica più invasiva ma che è necessaria se i difetti dell'articolazione coxofemorale hanno una particolare complessità.

Come si svolge

L’intervento può essere eseguito mediante l’utilizzo di diverse tecniche. La maggior parte delle volte viene prima creato un accesso chirurgico eseguendo un taglio che preservi il più possibile i muscoli e poi si procede alle manovre ossee che servono a correggere la deformità specifica del paziente. L'intervento viene eseguito cercando di danneggiare il meno possibile i vasi sanguigni che nutrono l'osso.
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi

Chirurgia di riparazione del legamento crociato anteriore

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Chirurgia di riparazione del legamento crociato anteriore

L'intervento di riparazione del legamento crociato anteriore è indicato a tutti coloro che presentano dolore ed instabilità in seguito alla lesione del legamento crociato anteriore. È consigliato a tutti i pazienti giovani, allo scopo di prevenire una precoce usura del ginocchio (artrosi).  

A cosa serve

Serve a ricostruire il legamento leso con un tessuto sostitutivo.

Come si svolge

L'approccio chirurgico viene solitamente eseguito con tecnica artroscopica e comprende quattro fasi: l'asportazione dei frammenti del LCA danneggiato e la preparazione dell'alloggiamento per il nuovo tessuto, la realizzazione di sedi nel femore e nella tibia, per l'inserimento del nuovo legamento, l'inserimento del neo-legamento nell'articolazione, la fissazione del neo-legamento.
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi

Chirurgia protesica del ginocchio

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Chirurgia protesica del ginocchio

Chi è affetto da artrosi del ginocchio può avere bisogno di una soluzione parziale o totale. In questo caso, una protesi ginocchio, posizionata con tecnica mini-invasiva,  può risolvere definitivamente il problema.  

A cosa serve

Con l’intervento di chirurgia protesica del ginocchio, dopo aver rimosso le porzioni danneggiate, si sostituirà la parte compromessa dall’artrosi con una protesi in materiale biocompatibile per ripristinare la funzionalità articolari, sollevare il paziente dal dolore e correggere eventuali deformità della gamba.

Come si svolge

Durante l’intervento si esegue un’incisione in sede pararotulea mediale evitando di sezionare anche il tendine e le sue fibre muscolari. In alternativa, si procede divaricando delicatamente le fibre del muscolo vasto mediale.
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi

Chirurgia protesica dell’anca

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Chirurgia protesica dell’anca

L’intervento di protesi dell’anca consiste nella sostituzione completa dell’articolazione utilizzando delle protesi in metallo. Attualmente le protesi maggiormente utilizzate sono costruite in lega di titanio, ma possono anche venire cementate all’osso protesi di differenti leghe metalliche.  

A cosa serve

L’intervento serve a intervenire nei casi più avanzati di degenerazione dell'articolazione per i quali sono controindicati o non hanno avuto successo i trattamenti conservativi.

Come si svolge

La tecnica chirurgica utilizza un approccio mini-invasivo, con tagli cutanei piccoli, riducendo al massimo l'impatto sui muscoli. La via di accesso all'anca è la postero-laterale con il vantaggio di non intaccare gli abduttori dell'anca, anche se, in alcuni casi particolari, il chirurgo si avvale di altre vie di accesso. L'intervento viene praticato in genere in anestesia peridurale, ma in relazione al caso è facoltà dell'anestesista la scelta della soluzione migliore.
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi

Chirurgia protesica della spalla

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Chirurgia protesica della spalla

Si tratta dell’insieme di tecniche e procedure necessarie quando il danno a carico dell’articolazione della spalla richiede un trattamento radicale di sostituzione con componenti protesiche.

A cosa serve

L’obiettivo della protesi è quello di eliminare il dolore e migliorare i movimenti. Proprio per questo, lo specialista deve valutare se sostituire l’articolazione con una protesi tenendo conto di diversi fattori (dolore, sintomi, grado di compromissione della funzionalità della spalla, età del paziente…).

Come si svolge

L'intervento di chirurgia protesica della spalla può essere effettuato in vari modi. La sostituzione può essere totale (testa dell'omero e glena) oppure parziale (solo testa dell’omero). In entrambi i casi verrà praticata un'incisione sulla parte anteriore della spalla, tra il deltoide e il grande pettorale per rimuovere poi le componenti ossee usurate (omerali e/o glenoidee) e sostituendole con componenti protesiche
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi

Impianto protesi del ginocchio monocompartimentale

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Impianto protesi del ginocchio monocompartimentale

La protesi monocompartimentale del ginocchio (o sostituzione parziale del ginocchio) è un intervento chirurgico poco invasivo in cui viene sostituita, con un piccolo impianto, esclusivamente la parte danneggiata del ginocchio. Questo intervento è un’alternativa alla sostituzione totale del ginocchio e viene di solito suggerita ai pazienti il cui problema è limitato a una sola area del ginocchio.
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi

Impianto protesi del ginocchio totale

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Impianto protesi del ginocchio totale

Qualora l’usura o le patologie presenti coinvolgano più di un compartimento del ginocchio, e quindi si parla di artrosi bi- o tricompartimentale, è necessario provvedere a impiantare protesi articolari diverse per forma e dimensioni, le cosiddette protesi totali.
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi

Impianto protesi dell’anca

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Impianto protesi dell’anca

L’intervento di protesi totale dell’anca prevede la sostituzione completa dell’articolazione utilizzando delle protesi in metallo. Le protesi più utilizzate utilizzate sono costruite in lega di titanio, ma possono essere utilizzate anche protesi di differenti leghe metalliche.
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi

Mappatura dei nei

Scopri di più Richiedi una prenotazione

Mappatura dei nei

La mappatura dei nei è un esame che consiste nell’acquisire le immagini macroscopiche e dermoscopiche di essi. Le immagini demoscopiche si acquisiscono con una apposita telecamera dotata di lente che si appoggia su ogni neo per cogliere immagini non visibili a occhio nudo.
Richiedi una prenotazione
Scopri le convenzioni con assicurazione e fondi
Frate Sole
Contatta il CUP della tua regione o la struttura
per maggiori informazioni sulle prenotazioni in convenzione con il SSN.
Oppure compila il form per richiedere una prenotazione in regime privato o assicurato
*I campi sono obbligatori

Frate Sole

Via San Romolo, 109, Figline e Incisa Valdarno (FI)

Richiedi informazioni Contatta la struttura Invia segnalazioni
Frate Sole
Contattaci per inviare la tua segnalazione

Per migliorare l’esperienza e il nostro servizio inviaci i tuoi suggerimenti e osservazioni.

Società di Gestione

Frate Sole srl

(soggetta a direzione e coordinamento di Korian S.A.)

C.F. e P.IVA 03897620484

REA FI 398677 Camera di Commercio di Firenze

Capitale Sociale € 119.000,00 i.v.

Via San Romolo, 109 - 50063 Figline e Incisa Valdarno (FI)

PEC: frate.sole@pec.it

Resta in contatto, iscriviti alla nostra newsletter
Scopri tutte le strutture sanitarie sul territorio nazionale